Aggiornamento servizio posta elettronica

Visto il massiccio aumento degli attacchi informatici, dei casi di phising e di spam, soprattutto tramite e-mail, abbiamo deciso di aumentare ulteriormente i livelli di sicurezza dei nostri server, investendo in nuove tecnologie.

Nel corso della settimana abbiamo implementato nuovi sistemi di protezione per garantire la sicurezza dei dati conservati nei nostri datacenter.

Ieri sera si è conclusa con successo l’ultima fase di aggiornamento.

Teniamo ai vostri dati e cerchiamo di costudirli nel miglior modo possibile.

Nuovo servizio assistenza MSP

Il termine MSP (Managed Service Provider) descrive una modalità di lavoro tipica ormai di molte aziende che si occupano di assistenza informatica. Un contratto MSP è un servizio “tutto compreso” con una società che gestisce da remoto l’infrastruttura IT di un cliente, generalmente previa sottoscrizione di un contratto di varia durata. La caratteristica principale, nonché vantaggio, è che più servizi (help desk telefonico e da remoto, backup, sicurezza, monitoraggio, aggiornamenti, ecc.) vengono offerti ad un costo fisso. In questo modo il cliente può conoscere fin dal principio il budget da destinare all’attività.

Nel classico modello di assistenza informatica a chiamata, il tecnico interviene per risolvere un problema già insorto, l’MSP lavora in modo proattivo per evitare che il problema si manifesti. Ciò costituisce un grande vantaggio per il cliente, il quale non è più costretto a subire interruzioni o rallentamenti della propria azienda.

Grazie a questo contratto, lavorando in modalità outsourcing, attraverso il monitoraggio e la manutenzione costante dell’infrastruttura IT, vengono minimizzati i tempi di non funzionamento dell’infrastruttura, nel reciproco interesse fornitore-cliente.

L’MSP trattando tutta l’infrastruttura, attraverso un’assistenza informatica illimitata, diventa così l’unico punto di riferimento per tutte le richieste del cliente permettendogli di risparmiare tempo e soldi nell’interpellare vari esperti per capire qual è il problema.

Chiedici un preventivo tramite mail , indicando nell’oggetto MSP

Nuove funzionalità Bill4Me

Vi informiamo che, al fine di supportare i Clienti nella gestione della conservazione a norma delle fatture, la piattaformaBILL4ME si è arricchita delle notifiche e del pannello “Riepilogo stato documenti” per le fatture non a norma. Si tratta di warning informativi e di una dashboard, utili per segnalarti tempestivamente eventuali problematiche come la mancanza del file dei metadati o la mancata ricezione dell’esito dal SDI.

Come funziona la conservazione a norma?

Riguardo alla Fatturazione Elettronica, l’articolo 3 del DMEF 17/6/2014 prevede che il processo di conservazione debba essere completato entro il terzo mese successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi dell’anno di riferimento.

Per la corretta conservazione a norma occorrono questi documenti:

  • il file della fattura
  • i file dei metadati
  • il file di esito

Nel caso in cui BILL4ME notifichi un errore nella conservazione, la soluzione si trova nell’entrare nel cassetto fiscale e scaricare il file mancante.

Greylist e Office 365….non tutti sanno che…..

Greylisting è un metodo antispam che utilizza un rifiuto temporaneo di qualsiasi messaggio proveniente da un mittente sconosciuto. Quando un messaggio da un mittente sconosciuto è stato inviato al server di ricezione SMTP, il messaggio viene rifiutato. Se il server del mittente invia lo stesso messaggio (dallo stesso indirizzo IP) dopo un intervallo specificato, il messaggio viene accettato dal server di ricezione, poiché il mittente sembra affidabile.

Exchange Online non usa il greylisting per la posta in entrata. Comunque, i mittenti di Office 365 potrebbero notare dei ritardi quando inviano a destinatari esterni, che hanno implementato il greylisting. Se il messaggio viene rifiutato a causa del greylisting (o qualsiasi altro tipo di SMTP soft fail), i server di Exchange Online cercheranno di rinviare il messaggio dopo circa 15 minuti. Se l’email viene rifiutata ancora una volta, il server di Exchange Online cercherà di rinviare dopo un’ora e continuerà con i tentativi ogni ora fino a quando il messaggio viene accettato dal server di ricezione o fino a quando il messaggio non scadrà (dopo 48 ore).

A causa dell’ambiente di cluster in Exchange Online non si può garantire che il messaggio sarà rinviato dallo stesso indirizzo IP.

Il greylisting non deve essere utilizzato come metodo autonomo di filtraggio poiché è basato solo sul comportamento del MTA d’invio (Mail Transfer Agent) e non verifica se il MTA sia autorizzato per il dominio. I meccanismi di filtraggio dello SPAM come SPF\DKIM\DMARC sono molto più efficaci nel determinare lo SPAM in quanto esegue una verifica delle email basata sulla configurazione dei DNS.

Che punteggio ha la tua mail ?

Spesso ci lamentiamo che le mail che inviamo non vengono ricevute oppure finiscono nella cartella SPAM.

Con pochi e semplici passaggi è possibile verificare se la vostra mail, il vostro server , ha punteggio valido;

Basta cliccare su questo link

https://www.mail-tester.com/

e mandare una mail all’indirizzo che viene visulizzato , contenente poche righe di testo ; poi basta controllare il risultato.

Se hai un risutato simile vuole dire che i Tuoi destinatari non possono rifiutare le tue mail , oppure se le rifiutano è perchè hanno delle regole particolari.

Se invece non hai un risultati simile forse è il momento di valutare come migliorare la propria posta elettronica, chiedici come.

Servizio Posta Elettronica

Come già anticipato all’inizio dell’anno, sono iniziate le procedure per migrare i cliente al nuovo servizio di posta elettronica

https:\\webmail.kynesia.com

Tramite i client di posta elettronica tradizionali tramite : Pop3s ( 995 ) , Imaps ( 993 ) , Smtps ( 465 )L’autenticazione è tramite mail per esteso e password , quella già in Vs possesso , ma potrete cambiarla autonomamente dalle impostazioni accedendo via web ( cosa che consigliamo vivamente al fine di rendere sicuro l’accesso ).
La collaboration suite che ti offriamo consente di condividere email,
contatti, calendari e cartelle pubbliche in ambiente Windows e Mac con
estrema semplicità; dispone di un completo Client Web integrato compatibile
con IE, Firefox e Google Chrome; supporta qualunque client email tramite i
protocolli IMAP/CalDAV/CardDAV.

Torna su